La correzione della estetica del naso o meglio del profilo della piramide nasale è ottenuta con il rinomato intervento di rinoplastica.

Rinoplastica – Obbiettivo:

Modellare il naso rimuovendo gli inestetismi nasali come il gibbo, le narici troppo larghe o il naso a patata.

Rinoplastica – Tecnica:

La plastica al naso può essere eseguita con incisioni esclusivamente all’interno delle narici (tecnica chiusa) oppure con incisioni anche ai lati delle narici e sulla columella (tecnica aperta). Di solito in entrambi i casi gli esiti cicatriziali sono poco evidenti. Il chirurgo plastica procede alla correzione dei vari elementi della struttura nasale. di solito si prevede la modifica dell’osso proprio del naso che – come succede per la guarigione delle ossa – cicatrizza in 35 giorni. Finita la chirurgia si suturano le incisioni e si mette un tutore di protezione.

Rinoplastica – Anestesia:

L’intervento al naso può essere eseguito in anestesia generale o in anestesia locale con sedazione profonda. In entrambi i casi il paziente “dorme” durante l’intervento e non avverte alcun tipo di dolore. La seconda tecnica anestesiologica è meno invasiva e consente al paziente di riprendersi immediatamente dopo la fine della chirurgia.

Rinoplastica – Post operatorio:

Il paziente deve osservare le prescrizioni del chirurgi plastico nel post operatorio. Di solito il tutore va rimosso dopo 2 settimane. Si dovranno assumere i farmaci prescritti per il post operatorio che sono antinfiammatori e antibiotici e analgesici.

Foto prima dopo 

 

Rifarisi il naso

L’intervento di rinoplastica consiste nella correzione chirurgia estetica o funzionale (rinosettoplastica) del naso. Si interviene sulle principali componenti anatomiche del naso: ossa, cartilagine alare e triangolare, setto nasale. L’intervento di rinoplastica è indicato ai pazienti che presentano inestetismi congeniti o acquisiti. Il paziente prima di sottoporsi a questa procedura dovrà essere ben consapevole che la stessa modificando il naso – elemento centrale del viso – di fatto modifica la fisionomia dell’intero volto. Particolarmente consigliabile è uno studio morfologico volto ad individuare la forma più adatta al proprio viso in maniera tale che il risultato sia il più naturale possibile. I pazienti che presentano il mento sfuggente o prominente devono meditare sull’opportunità di sottoporsi alla profiloplastica, cioè l’intervento combinato di rinoplastica e mentoplastica con l’obiettivo di rendere armonico l’intero profilo. Anche per la rinoplastica sono necessari gli esami clinici di routine volti a certificare il compatibile stato di salute del paziente.

La chirurgia estetica del naso si può realizzare in anestesia generale o anestesia locale + sedazione. Il chirurgo insieme al paziente determineranno quale sia la tecnica anestesiologica adatta al caso specifico.